Parte b ___ SINTESI degli APPUNTI del libro di HEIDE ___ file:hei_010.htm

1 ****** 0-00.0 1 0 TITOLO
a-1-c Edizione : LE CIVETTE DI VENEXIA Titolo : LE SOCIETA' MATRIARCALI Sottotitolo : STUDI SULLE CULTURE INDIGENE DEL MONDO Autrice : HEIDE GOETTNER-ABENDROTH
7 ****** 0-00.2 7 0 UNA PAROLA SUL MATRIARCATO
a-7-c Le società matriarcali_|_non hanno mai avuto bisogno delle loro strutture gerarchiche_|_Il dominio patriarcale_|_deriva il suo potere da strutture inpositive_|_coloniale e conversione religiosa_|_sono comparse_|_intorno al 4000-3000 a.C. (e in molte parti del mondo anche più tardi)
a-8-c Chi crede nel mito del patriarcato_|_come se fosse esistita_|_fin dall'inizio della storia_|_vedere il matriarcato_|_attraverso le lenti del modello dominatore_|_procedono asserendo che i matriarcati non esistono e non sono mai esistiti.
9 ****** 0-00.3 9 0 INTRODUZIONE GENERALE: FILOSOFIA E METODOLOGIA DEGLI STUDI MATRIARCALI MODERNI
a-9-c per gli Studi Matriarcali moderni, ho sviluppato la loro filosofia e metodologia_|_orientata alla pratica sulle società matriarcali_|_senza la ricerca, sarebbe rimasta vuota e sterile.
a-10-c studiavo filosofia antica e moderna e preparavo la mia tesi di laurea_|_ continuavo a chiedermi se tutto questo avesse qualcosa a che fare con me in quanto donna. Qualsiasi sistema filosofico era riferito all'uomo_|_La metà femminile dell'umanità non esisteva_|_Dopo aver insegnato per dieci anni filosofia moderna all'Università_|_A quel punto mi ritirai dalla carriera universitaria_|_fondai l'"ACCADEMIA INTERNAZIONALE HAGIA PER GLI STUDI MATRIARCALI MODERNI"_|_il più libera possibile dall'interiorizzazione dell'ideologia patriarcale con cui la filosofia e le scienze socio-culturali dell'Europa e dell'Occidente indottrinano gli studenti
a-11-c le antiche culture matriarcali dell'Europa, del Mediterraneo e del Medio Oriente sono state distrutte da tempo. Restano solo frammenti, distorti_|_ho dovuto lasciare i confini dell'Europa_|_mi sono confrontata con la ricerca antropologica_|_ho trovato però lo stesso pregiudizio, la stessa frammentazione e distorsione_|_Conoscevo troppo bene le loro fonti - cioè la tradizione filosofica euroccidentale
a-12-c nella filosofia occidentale non esiste la metà femminile dell'umanità, in quello dell'ideologia non esistono società e culture organizzate in matriarcati
a-13-c le mie vere maestre: le società e le culture matriarcali che ancora esistono nei vari continenti_|_ho anche compiuto un viaggio di ricerca nel sud-ovest della Cina presso il popolo matriarcale dei Moso_|_Sono stati in Moso a chiedermi specificamente di scrivere su di loro
a-14-c Fortunatamente oggi sempre più studiosi nativi analizzano le loro società
a-16-c se qualsiasi tipo di colonialismo fosse riconosciuto come patriarcato coloniale, il capitalismo come patriarcato capitalista, e la globalizzazione capitalista come patriarcato globalizzato, la lotta sarebbe allora molto più efficace sul piano storico e sociale_|_ La colonizzazione patriarcale dei popoli indigeni ha dunque ignorato e reso invisibile l'importanza delle donne in generale
a-17-c Gli "STUDI DEI RICERCATORI INDIGENI" sulle loro società sono_|_della massima importanza_|_Capire_|_come questa straordinaria forma sociale sia ancora presente in ogni continente_|_un tempo era la regola generale_|_impegno a costruire dei network mondiali.
a-18-c Lunghi anni di lavoro propedeutico mi hanno permesso di dotare gli Studi Matriarcali moderni di una solida base che poggia su principi scientifici e che consente lo sviluppo di una nuova scienza socio-culturale
a-20-c "SOCIETà DI MUTUALITà ECONOMICA BASATE SULLA CIRCOLAZIONE DEL DONI"_|_ "SOCIETà ORIZZONTALI, NON GERARCHICHE, DI DISCENDENZA MATRILINEARE"_|_ "SOCIETà EGUALITARIE DI CONSENSO"_|_ "SOCIETà E CULTURE SACRE DEL DIVINO"
a-25-c gli Studi Matriarcali moderni non esistevano ancora nel 1978,
a-30-c L'ambito del paradigma matriarcale_|_tocca anche il contenuto di tutte le scienze culturali e sociali_|_Il primo passo_|_una rivisitazione critica_|_della precedente ricerca sul matriarcato_|_Il secondo passo deve formulare una completa definizione strutturale di matriarcato. Per ottenerla, nell'ordinamento sistematico delle discipline l'antropologia occupa il primo posto
a-31-c Questa storia si colloca all'indietro ben oltre i cinque o seimila anni del patriarcato_|_Senza le distorsioni apportate dal pregiudizio patriarcale è possibile sviluppare una nuova interpretazione della storia umana_|_Per spiegare lo sviluppo del patriarcato dobbiamo avere innanzitutto una precisa conoscenza della forma sociale che esisteva prima
a-32-c Questo, libro in un certo senso, inaugura la teoria paradigmatica delle società matriarcali, o paradigma del matriarcato.
a-33-c mancanza di una chiara metodologia
a-36-c le società matriarcali non hanno mai formato stati;
a-36-c le società matriarcali possono essere prese da valido modello per le società future, le società ugualitarie pacifiche del dopo-patriarcato.
39 ****** 0-01.0 39 0 CAPITOLO 1 - STORIA CRITICA DEL PENSIERO SUL MATRIARCATO
a-39-c
91 ****** 0-01.8.1 91 0 La politica degli Studi Matriarcali moderni oggi
a-91-c nel 2003 e nel 2005 si sono tenuti sotto la mia direzione due Convegni Mondiali sugli Studi Matriarcali, che per la prima volta hanno dato visibilità a questa nuova scienza socio-culturale_|_nel Lussemburgo nel 2003_|_Il Secondo_|_presso l'Università di Stato del Texas, a San Marcos_|_Genevieve Vaughan
a-92-c con il suo lavoro ha saputo cogliere la relazione tra gli Studi Matriarcali moderni e 1a sua teoria dell'economia del dono_|_ha riunito antropologi indigeni di tutte le società matriarcali del mondo ancora esistenti_|_ma anche dei problemi politici e sociali dovuti alla colonizzazione e alla missionarizzazione_|_l'ordine sociale non violento_|_l'eccellenza del contributo creativo delle donne allo sviluppo della cultura umana_|_il successo ottenuto dai due congressi fa sperare
a-93-c l'insegnamento che offrono_|_il coraggio per fare i passi politici necessari a stimolare il processo di trasformazione della società patriarcale in una società umana
97 ****** 1-02.0 97 0 CAPITOLO 2 IL MATRIARCATO DELL'INDIA NORDORIENTALE
a-97-c
99 ****** 1-02.1 99 0 I Khasi: il paese e il popolo
a-99-c Le donne khasi_|_riescono a portare ai mercati carichi così pesanti che nessun uomo indù delle pianure sarebbe in grado di sollevare
100 ****** 1-02.2 100 0 La struttura sociale
a-100-c grandi clan
a-101-c _|_. importante è la madre_|_sacerdotessa_|_custodisce tutte le proprietà del clan_|_gli introiti provenienti dal lavoro dei membri del clan_|_non ne trae alcun profitto_|_Gestisce la distribuzione della ricchezza comune_|_"ECONOMIA DEL DONO"
a-102-c figlia minore_|_rileva l'intero patrimonio_|_"ULTIMOGENITURA". Ha l'appoggio dello zio materno_|_deve occuparsi della madre anziana fino al momento della morte, e di tutti i membri del clan_|_in situazioni difficili
a-103-c Le famiglie_|_crescono lentamente
a-104-c è lei a corteggiare lui_|_venga rapito dai suoi fratelli_|_"NON MI PIACI PIù" e i partner si separano. Lei rimane nella propria casa o in quella della madre, e lui ritorna in quella di sua madre_|_ i partner solitamente si impegnano in una relazione alla volta
107 ****** 1-02.3 107 0 I modelli politici
a-107-c non possono essere catalogate come democrazie_|_ma piuttosto come società consensuali di clan_|_"ASSENZA DI DOMINIO DELLE DONNE ANCHE QUANDO QUESTE HANNO PIENA AUTORITà ECONOMICA E SPIRITUALE"
a-107-c "NOBILTà"
111 ****** 1-02.4 111 0 Credenze e Cerimonie Sacre
a-111-c il rispetto per gli antenati_|_una singolare forma di pensiero religioso_|_una persona rinascerà in un'altra, all'interno del proprio clan_|_si onorano la natura e i suoi luoghi sacri
a-112-c nei menhir e nei dolmen
a-114-c ogni fiume è una dea_|_decapitazione sacrificale di due uomini
a-115-c si recavano volontariamente all'incontro con la dea della morte,
a-118-c una religione della reincarnazione_|_le donne possono trasformare la morte nuovamente in vita.
a-119-c La morte, nei sistemi di credenza nella rinascita non è una fine, ma una tappa intermedia nel regno di transizione dell'anima e dello spirito, un viaggio attraverso i paesaggi dell'aldilà. Il viaggio termina, senza eccezione, con la rinascita; non è pertanto foriero di paure come lo sono la morte e il processo del morire nella cultura europea_|_Un'ulteriore perdita di significato avviene quando il sacrificio di un uomo è degradato a quello della caccia alla sua testa
120 ****** 1-02.5 120 0 La situazione attuale
a-120-c Nel 1951, il 55% dei Khasi erano cristiani
a-121-c la terra era in comune
a-121-c si sono adeguati ai padroni colonialisti europei
a-122-c distruzione della struttura matriarcale
127 ****** 1-03.0 127 0 CAPITOLO 3 – I CULTI MATRIARCALI DEL NEPAL
a-127-c
127 ****** 1-03.1 127 0 I Newar della valle di Katmandu
a-127-c le pianure indiane, indocinesi e cinesi erano impraticabili, paludi
a-128-c Fino al 1956 il Nepal era chiuso ai viaggiatori stranieri
142 ****** 1-03.3 142 0 Pashupatinath: il culto della morte e della vita
a-142-c Questo fondamentale conflitto tra due mondi religiosi_|_matriarcale originaria contro la nuova religione patriarcale
146 ****** 1-03.4 146 0 Kumari, la dea vivente
a-146-c la "KUMARI DELLA FAMIGLIA"_|_antico festival matriarcale_|_prima della bramanizzazione
a-147-c il Nepal, un tempo, doveva aver avuto un ordine sociale matriarcale
151 ****** 1-04.0 151 0 CAPITOLO 4 - GLI ANTICHI REGNI DI REGINE E IL MATRIMONIO GRUPPO DI IN TIBET
a-151-c
152 ****** 1-04.1 152 0 Culture agricole e Pastorizie
a-152-c la prima cultura agricola matriarcale_|_una delle più antiche al mondo
163 ****** 1-04.4 163 0 La poliandria: un matrimonio di gruppo ben organizzato ,
a-163-c I ricercatori occidentali, forse feriti nella vanità
a-163-c l'organizzazione del matrimonio di gruppo è la più antica_|_l'elemento determinante fu il clan e non il singolo_|_In questo sistema di matrimonio mutuale nessuno era lasciato solo o nella povertà
a-165-c poliandria di fratelli_|_poliginia di sorelle
a-166-c non è la povertà economica né nessun'altra avversità a determinare il matrimonio di gruppo tra sorelle e fratelli
a-167-c La cerimonia di nozze avviene tra la sorella e il fratello maggiori, che fungono da rappresentanti degli altri sposi_|_le greggi e la scarsa terra arabile_|_(una donna sposata a più fratelli) è la forma preferita
a-168-c Più sono i fratelli a cui una donna è sposata e più è rispettata
a-168-c il bastone da pastore del fratello davanti alla porta_|_non ci sono scene di gelosia
a-169-c la moglie è l'indiscussa capa della famiglia tibetana_|_L'amore e l'obbedienza degli uomini verso le donne nella vita di relazione è incredibile, soprattutto se si pensa che in qualsiasi altra situazione i tibetani non obbediscono volentieri all'autorità esterna_|_Così ogni persona, senza distinzione di genere, può scegliere come preferisce i partner con cui avere una storia di qualche mese, settimana, o giorni. Queste relazioni non hanno un valore sociale, ma sono considerate una forma di spensierato divertimento. Ai fratelli minori è severamente proibito portare amanti o mogli all'interno del gruppo di matrimonio
a-170-c le donne tibetane sono considerate fisicamente molto più prestanti degli uomini_|_Si racconta che nel vicino Butan le donne guadino i fiumi in piena caricando sulle spalle i mariti (che le accompagnano al mercato) perché altrimenti non riuscirebbero ad attraversali, e al ritorno li trasportino per tutta la strada fino a casa_|_sconcertante scoprire come molti studiosi occidentali abbiano giudicato sbrigativamente le relazioni tibetane, definendole patriarcali.
a-171-c matrimonio tra cugini
a-171-c dalla Cina fino al Kashmir e all'Afghanistan.
175 ****** 1-05.0 175 0 CAPITOLO 5 – I POPOLI MATRIARCALI DELLE MONTAGNE DELLA CINA
a-175-c
177 ****** 1-05.1 177 0 Le popolazioni indigene della Cina
a-177-c Verso il 750 a.C_|_.sui confini tibeto-cinesi si trovava il regno delle donne
179 ****** 1-05.2 179 0 I Moso della Cina sudoccidentale
a-179-c I Moso_|_sono ancora matriarcali in senso classico_|_La donna più capace viene eletta capo del clan_|_Organizza il lavoro agricolo e distribuisce il cibo; gestisce la proprietà comune del clan_|_principio di uguaglianza_|_è alla base di queste società_|_lavora duramente come gli altri
a-182-c In queste relazioni libere non ci sono né diritti né doveri per i partner: le donne restano nella casa della madre mentre gli uomini_|_vanno avanti e indietro tra la casa della propria madre
a-183-c Il fratello della madre è il parente maschio più vicino ai suoi figli_|_è un rapporto zio-nipoti
a-183-c solo una piccola minoranza di famiglie esclusivamente patrilineari, che si è sviluppata sotto l'influenza del feudalesimo patriarcale cinese_|_in qualità di portavoce dei funzionari dell'aristocrazia cinese
a-184-c una popolazione matriarcale con un forte senso di sè può sottrarsi o resistere alle pressioni patriarcali esterne e ritornare volontariamente alle più antiche forme matriarcali
a-185-c Durante la festa di iniziazione, la madre veste per la prima volta la ragazza con i tipici abiti della giovane moso adulta e le consegna la chiave della sua stanza_|_Nei numerosi riti per la sepoltura di una donna anziana risaltava_|_il costume tradizionale di una ragazza, identico a quello consegnato all'iniziata
a-186-c Di fronte a un bambino piccolo non è così semplice individuare quale sia l'antenato, ma quando raggiunge l'età per la cerimonia di iniziazione tutto clan potrà vedere la somiglianza. La ragazza allora riceve il nome dell'antenata, insieme al costume di giovane donna moso. ora può essere celebrata come la personificazione dell'antenata rinata: questa è la sua vera rinascita.
a-188-c nel 1983, con l'apertura dei villaggi sul lago Lugu_|_un incremento dei conflitti famigliari
a-189-c La cultura moso, vecchia di migliaia di anni, è seriamente minacciata
190 ****** 1-05.3 190 0 I Chiang della Cina nordoccidentale
a-190-c le donne più anziane e con più esperienza sono le preferite; sono loro stesse a scegliere gli uomini più giovani.
225 ****** 1-07.0 225 0 CAPITOLO 7 – LE ISOLE DEL GIAPPONE: LE CULTURE DELLE DONNE DEL SUD E DEL NORD
a-225-c
225 ****** 1-07.1 225 0 La religione Scintoista del Giappone
a-225-c tre ere principali_|_(4500 a.C.-600 d.C.) troviamo lo scintoismo nella sua forma originaria: le "MIKO" erano sacerdotesse_|_coprivano l'intero spettro delle pratiche religiose_|_(VII-XIX secolo)_|_scintoismo di stato_|_e patriarcalizzazione forzate
a-226-c (1868-19129), le donne furono escluse da tutte le funzioni sacerdotali_|_ Sviluppatosi per giustificare il governo imperiale
a-228-c Ogni donna_|_possedeva il titolo di MIKO
228 ****** 1-07.2 228 0 La sorella e il fratello nelle isole Ryukyu
a-228-c stretto rapporto tra sorella e fratello
a-230-c dea-sorella.
a-231-c gli AINU, il più antico popolo indigeno giapponese, non seguono usanze patriarcali e promuονοno una società ugualitaria.
a-232-c giunsero anche altri immigrati che stavano sfuggendo alla patriarcalizzazione della Cina orientale per mano del popolo HAN (480-221 a.C.)
a-232-c ebbe inizio il primo periodo patriarcale kofun (300-710 d.C.)_|_gruppi di guerrieri conquistatori a cavallo provenienti dalla Siberia e dagli Altai_|_ raggiunsero il Giappone
a-233-c Quel periodo segnò anche la divisione tra la religione ufficiale e quella del popolo
238 ****** 1-07.3 238 0 La mitologia matriarcale
a-238-c Una divinità antichissima_|_la "DEA DELLA MONTAGNA"_|_"FUJI YAMA" (Montagna di Fuoco)
242 ****** 1-07.4 242 0 Gli AINU del Giappone del Nord
a-242-c l'importante ruolo delle donne si esprime_|_era di totale autosufficienza ma garantiva agli uomini una nutrizione regolare
a-243-c Alcuni ricercatori si chiedono come queste donne abbiano potuto esercitare un tale ascendente sui loro uomini, peraltro riluttanti a obbedire agli ordini dei loro stessi capi! Ma è proprio qui che si esprime il modello non gerarchico e non patriarcale
a-244-c prospettiva pregiudizievole dei ricercatori, che non riescono ad accettare che l'uomo non sia stato signore e padrone fin dall'inizio dei tempi_|_la teoria della monogamia nel Paleolitico è un'invenzione puramente teologica (Adamo ed Eva)
251 ****** 1-08.0 251 0 CAPITOLO 8 — "ALAM MINANGKABAU": IL MONDO DEI MINANGKABAU DELL'INDONESIA
a-251-c
251 ****** 1-08.1 251 0 I modelli culturali matriarcali dell'Indonesia
a-251-c MINANGKABAU di Sumatra_|_il popolo matriarcale più numeroso_|_la pressione di continue influenze patriarcali_|_una forte volontà di resistere
a-253-c hanno mantenuto in modo molto più evidente l'originale "ADAT"malesiano, o legge tribale matriarcale_|_l'"ADAT"è la legge della terra per i tre milioni di MINANGKABAU_|_Altri tre milioni circa_|_vivono fuori dalla zona centrale_|_ Impegnati negli affari_|_sono oggi attivi mercanti, commercianti e amministratori_|_In Indonesia sono considerate persone cosmopolite e con un alto livello culturale
254 ****** 1-08.2 254 0 L'ordine sociale e la cultura MINANGKABAU
a-254-c Paruik o "GREMBO DELLA MADRE" è il nome che viene dato alla casa-comunità
a-254-c Il clan o casa della famiglia appartiene alle donne_|_i proventi del commercio, sia quelli delle donne che degli uomini, sono inglobati nella proprietà del clan
a-260-c durante questi eventi_|_festival_|_le comunità matriarcali mettono in atto il tipico circolo del dono_|_aiuta a creare buone relazioni. La circolazione continua di riso, banane e mariti_|_non si tratta di un unico clan, ma di un'intera comunità di villaggio_|_omaggio alla donna più anziana
262 ****** 1-08.3 262 0 Il darek e il rantau: due modi per tener lontano il patriarcato
a-262-c tutte le terre agricole_|_appartengono ai clan e non si possono vendere
a-262-c Ogni villaggio doveva avere una moschea, che finì per sostituire la casa degli uomini_|_Alla fine si giunse a un compromesso, che fu essenzialmente questo: "L'ADAT SI BASA SULL'ISLAM E L'ISLAM SULL'ADAT"
a-263-c riuscirono a mantenere l'Islam entro i suoi confini_|_fallirono i tentativi olandesi di ricavare profitti dalle coltivazioni_|_nel 1991, si assistette al ripristino del sistema del NAGARI per decreto governativo e alla restaurazione dei ruoli ufficiali delle donne_|_le donne MINANGKABAU e i loro panghulu trovarono il modo di servirsi della modernizzazione
a-264-c Molti emigrati tornarono così ai loro clan come pendolari_|_contribuendo agli introiti della casa materna_|_le case sono di proprietà delle mogli (uxorilocalità), e questo le protegge in caso di divorzio_|_la proprietà privata che un uomo può acquisire nel "RANTAU" possa essere mantenuta solo per una generazione
269 ****** 1-09.0 269 0 CAPITOLO 9 - I MODELLI MATRIARCALI DELLA MELANESIA
a-269-c
269 ****** 1-09.1 269 0 Gli abitanti delle Trobriand.
a-269-c visite in canoa alle altre isole, su un percorso circolare di 2000 miglia
a-270-c Secondo le credenze tradizionali delle isole Trobriand per generare un figlio, una donna non ha bisogno del seme di un uomo
a-271-c la relazione sociale più importante è quella tra la sorella e il fratello_|_ "ECONOMIA DEL DONO" mutuale nel vero senso della parola_|_lo sposo di una donna non viene considerato il padre dei bambini_|_lavora la terra e consegna i frutti del suo lavoro alle sorelle
a-272-c I bambini gli sono affezionati; lo chiamano tama che non significa "PADRE", ma "MARITO DELLA MADRE"
a-272-c la moglie è indipendente dal marito, può divorziare in qualsiasi momento_|_il prestigio deriva perciò dalla capacità di donare e di creare buone relazioni
a-273-c scambio reciproco di doni tra uomini che tra loro sono cognati
275 ****** 1-09.2 275 0 I bambini-antenati della Società delle isole Trobriand
a-275-c il regno dei morti infatti è pieno di allegria e di passatempi erotici_|_la gioventù_|_sperimenta la libertà sessuale fin dall'infanzia
a-277-c un bambino proviene dal regno degli antenati e che è solo la donna a generarlo, senza essere fecondata dall'uomo
278 ****** 1-09.3 278 0 L'anello del kula e la funzione del capo tribù nelle isole Trobrand
a-278-c gli antenati sono molto più importanti di un padre biologico individuale
285 ****** 1-10.0 285 0 CAPITOLO 10 – LE CULTURE DELL'OCEANO PACIFICO
a-285-c
292 ****** 1-10.2 292 0 Le donne nella società polinesiana
a-292-c L'origine femminile del mondo e l'equilibrio sociale tra maschile e femminile sono classici concetti matriarcali
a-293-c le donne avevano anche il diritto_|_di scegliere i loro sposi_|_I fratelli rispettavano le sorelle e si prendevano cura della loro vita e di quella dei loro figli_|_Le mogli potevano, tuttavia, separarsi facilmente dai loro sposi per cercarne dei migliori
a-294-c Anche l'equilibrio tra attività maschili e femminili doveva essere rispettato
294 ****** 1-10.3 294 0 Il clan di Pele
a-294-c matrimonio di gruppo di sorelle e fratelli
a-296-c il flusso della lava, considerato il sangue mestruale della terra
a-297-c erano le donne a corteggiare gli uomini.
300 ****** 1-10.4 300 0 I capi guerrieri dell'Oceania
a-300-c la scarsità di terra e, di conseguenza, le enormi migrazioni in tutto l'oceano_|_limitare la popolazione_|_molte donne facevano uso di rimedi per diventare sterili
a-301-c i viaggi commerciali e di amicizia, erano di solito appannaggio degli uomini_|_leader carismatico_|_sviluppato_|_Di fronte alle privazioni e alle difficoltà incontrate lungo il viaggio_|_lo status di capo tribù aveva avuto come conseguenza il declino di alcune linee guida matriarcali
311 ****** 2-11.0 311 0 CAPITOLO 11 - LE CULTURE MATRIARCALI DEL SUDAMERICA
a-311-c
311 ****** 2-11.1 311 0 Gli ARUACHI
a-311-c Quando Colombo se ne andò gli ARUACHI distrussero la sua fortezza_|_insediò ad Haiti un governatore e rafforzò il sistema di tassazione_|_i TAINO-ARUACHI schiavizzati o morivamo di fame o si suicidavano. Le madri uccidevano i bambini per sottrarli al
a-312-c Per rimpiazzare la manodopera perduta gli spagnoli prelevarono i TAINO-ARUACHI dalle altre isole caraibiche (Porto Rico e Giamaica)_|_diedero inizio al commercio degli schiavi africani_|_nel 1585, quando Sir Francis Drake giunse sull'isola, non si trovava più un solo un indiano
a-314-c antichissima cultura VALDIVIA della costa Colombiana del Pacifico_|_tra il 3000 e il 1500 a.C. _|_dopo aver annientato gli ARUACHI delle Antille, gli spagnoli riservavano a questi popoli, ovunque li trovassero, lo stesso destino
a-317-c La donna più anziana_|_tiene unito il gruppo, mentre il più anziano dei suoi fratelli, che gode di grande rispetto, lo rappresenta nel mondo esterno. Il capo del villaggio_|_è sempre il più abbiente_|_suo dovere proteggere gli altri utilizzando le ricchezze del proprio clan_|_Non appena i suoi mezzi iniziano a scarseggiare, la nomina passa a un altro uomo facoltoso_|_consente di mantenere la circolazione dei beni del villaggio_|_non hanno il benché minimo potere di comandare_|_guadagno_|_onore_|_prestigio
a-318-c Il matrimonio collettivo non esiste più ed è stato sostituito dal matrimonio individuale_|_Il bestiame regalato per le nozze verrà accudito e nutrito dal suo clan e perciò rimarrà in suo possesso. In caso di divorzio diventerà una sua proprietà personale.
a-319-c I GUAJIRO-ARUACHI trattano il bestiame al pari dei membri del clan
a-319-c la sua origine matriarcale è ancora visibile_|_orticultura_|_seminomade con la tecnica del taglia e brucia_|_era integrata dalla caccia e dalla pesca
a-320-c Ancora nel XX secolo si potevano trovare le grandi case comuni_|_uno stanziamento, che poteva raggruppare anche 3000 persone
a-326-c Alla fine, il combattivo e patriarcale culto del sole degli Inca del Perù e degli Atzechi del Messico ha sostituito la visione del mondo matriarcale della cultura ARUACA.
a-327-c Giocavano con una grande palla fatta di gomma, fibra e cotone; era un gioco di vita o di morte
328 ****** 2-11.2 328 0 Le Amazzoni del Rio delle Amazzoni
a-328-c prodezza militare femminile
a-329-c donne guerriere che combattevano autonomamente e creavano società senza uomini
a-330-c Il 24 giugno 1542_|_Dieci o dodici grandi canoe cariche di guerrieri si avvicinarono alla nave spagnola e sulla prua di ogni canoa c'era una comandante amazzone_|_le navi spagnole si trovavano in così grande difficoltà "CHE SEMBRAVANO DEGLI ISTRICI, CON FRECCE PIANTATE DAPPERTUTTO" (Carvajal)_|_ognuna di loro combatteva con il coraggio di dieci uomini. Gli spagnoli balbettavano delle brevi preghiere
a-333-c Una lunga e consolidata pratica, pregiudizievole e fuorviante, messa in atto dai ricercatori patriarcali, ha ripetutamente consegnato questi resoconti tra loro concordanti, forniti da testimoni oculari o da informatori indigeni, al regno della fantasia e della leggenda_|_Il brasiliano Edoardo Prado
a-334-c organizzò una spedizione_|_Nel 1954_|_Le donne diedero un amichevole benvenuto agli ospiti, scambiandoli per i corteggiatori che si recavano a visitarle una volta l'anno_|_l'equivoco fu presto chiarito, e le Amazzoni colsero il lato umoristico della cosa_|_la loro ospitalità fu travolgente_|_furono invitati a una pericolosa battuta di caccia all'alligatore
a-335-c C'era poi anche un altro villaggio dove i ragazzi vivevano fino ai dieci anni, dopodiché venivano consegnati agli uomini_|_un gruppo di corteggiatori della tribù dei Parintintin era in procinto di arrivare_|_le donne li guardavano con occhio critico, scegliendo infine i loro amanti_|_il team della spedizione si allontanò con discrezione per non disturbare il convito amoroso. Dopo due settimane Prado ritornò giusto in tempo per assistere agli addii e vedere gli amanti che tornavano a casa insieme ai bambini, pieni di regali, consegnati loro dalle donne con grandi cerimonie
a-336-c le Amazzoni erano donne ARUACHE_|_antichissima cultura matriarcale
a-337-c La leggenda delle Amazzoni, narrata da Schomburg_|_tutte le donne sposate della comunità si riunirono per opporsi così alla tirannia dei mariti_|_avvelenarono i mariti e fuggirono attraverso le foreste_|_Il codice sociale promulgato da Toeyza, loro prima regina, era ancora in uso quando gli esploratori vennero a sapere delle Amazzoni_|_Il racconto non è "UNA LEGGENDA_|_l'asservimento agli uomini fosse per loro una condizione nuova, visto che prima vivevano in una cultura matriarcale. L'esperienza vissuta all'interno di quell'ordine sociale aveva dato loro fiducia in se stesse e forza sufficienti per opporsi alla sopraffazione maschile_|_I mariti dòvevano essere membri di altre comunità, tribù che attaccarono e conquistarono quelle a cui appartenevano le donne, obbligandole a sposarli
a-338-c fughe e migrazioni_|_ribellione
339 ****** 2-11.3 339 0 Le rotte marittime per il Sud America
a-339-c Nelle foreste montane dell'Ecuador, i Capaya continuano a osservare la matrilinearità
a-340-c le donne SHIPIBO possiedono un livello straordinario di fiducia in se stesse in confronto a quello delle donne di altri popoli amazzonici.
a-343-c somiglianze_|_culture_|_dell'Asia orientale_|_alla VALDIVIA
a-344-c la sostanziale somiglianza tra le culture delle isole del Pacifico e le antiche culture sudamericane
a-346-c Questo lignaggio ha una presenza più consistente nell'America centrale e meridionale e sembra che abbia la sua origine nell'Asia sudorientale
347 ****** 2-11.4 347 0 Per comprendere la struttura delle società matriarca (continua)
a-347-c I regni delle Amazzoni sono esistiti (in parecchi continenti)
349 ****** 2-12.0 349 0 CAPITOLO 12 LA DIFFUSIONE DEL MATRIARCATO IN AMERICA
a-349-c
352 ****** 2-12.1 352 0 I CUNA, il popolo dorato
a-352-c una tenace resistenza_|_riuscirono a rimanere indipendenti e a salvare almeno le basi della loro civiltà_|_dalla Colombia arrivarono fino all'istmo di Panama
a-353-c CUNA YALA è politicamente indipendente_|_sono riusciti a preservare la loro cultura e nel contempo a essere considerati "MODERNIZZATI" dal governo panamense
a-354-c la loro cultura tradizionale_|_oggi persiste nei villaggi del bush dell'interno e su molte isole
a-355-c L'economia delle donne CUNA non si limita solo alla vendita delle mola; possiedono anche la casa_|_possiedono la terra
a-356-c La madre del clan decide i bisogni di ciascuno e i lavori che devono essere fatti nei campi
a-357-c l'ordine sociale dei CUNA è dunque matrilineare e matrilocale
358 ****** 2-12.2 358 0 Le credenze e la cerimonia religiosa dei CUNA
a-358-c cantano due volte la settimana, per sessioni di diverse ore
a-359-c "CANTARE LE IMMAGINI"
a-360-c tutto ha un'anima: rocce, acqua, vento, piante animali e persone
a-361-c le persone nell'aldilà possano assumere forme di piante e di animali, e come le anime delle piante e degli animali possano assumere forme umane_|_Le anime degli animali e delle piante possano essere anche più sagge di quelle umane_|_per esempio per curare e nutrire, suggeriscono come usare una certa pianta o un certo animale
a-364-c Ogni giovane donna incarna la dea stessa_|_è anche la personificazione di una delle sue antenate
369 ****** 2-12.3 369 0 Le meravigliose e potenti donne di Juchitán
a-369-c la casa appartiene soltanto alla donna_|_lascia la casa in eredità_|_alla figlia minore, che rimarrà con lei per occuparsi della sua vecchiaia
a-369-c uomini, che possiedono i campi, passandoli in eredità di padre in figlio_|_i frutti del loro lavoro_|_ritorna nelle mani delle donne
a-370-c Le donne ritengono che i loro uomini siano "MOLTO UTILI" e gli uomini di Juchitán sono orgogliosi delle loro "DONNE MERAVIGLIOSE E POTENTI"
a-371-c La povertà e la mancanza di sviluppo, dilaganti in altre parti del Messico, sono sconosciute a Juchitán, dove le donne mantengono un'economia tradizionale su base regionale, perlopiù autosufficiente_|_Ogni cosa qui è prodotta, lavorata venduta e consumata localmente_|_Le donne non hanno mai smarrito il senso della loro identità etnica, del rispetto di sé, o la loro dignità_|_Il fenomeno del cosiddetto "TERZO MONDO" si manifesta solo dove questo tipo di economia di sussistenza, sfruttata e trattata con disprezzo dal sistema economico capitalista, non consente più l'autosufficienza. A provocare fame e miseria è il conseguente danno sistemico alla dignità e all'autostima delle donne e dei contadini
a-372-c raggiunge l'apice del prestigio non chi ha più denaro, ma chi ha dato di più agli altri_|_numerosi festival; solo a Juchitán, in un anno, se ne contano trentacinque_|_dalle duemila alle tremila persone, tutte ospiti della donna che li allestisce e li organizza, la mayordoma
a-373-c l'economia locale_|_si fonda_|_sulla condivisione dei beni
a-375-c Succede così che un prodotto può anche costare di più, ma poichè lo stai comprando da un'amica, la vendita diventa un modo per approfondire l'amicizia_|_WalMart(2005), non hanno mai avuto successo
376 ****** 2-12.4 376 0 Il ciclo di vita delle donne juchiteche
a-376-c la maggior parte delle donne ha bambini con più uomini
a-376-c "RAPIMENTO DELLA SPOSA"_|_di comune accordo, lui la rapisce_|_lei si lascia deflorare
a-376-c Il marito vive con lei e, in caso di divorzio (che è diffusissimo), ritorna nella casa della madre.
a-377-c libertà sessuale. La libertà si ottiene una volta raggiunta l'età da matrimonio e non attraverso un rito: il matrimonio_|_il genere possa essere scelto: se un ragazzo decide di essere una "FIGLIA", sarà vestito ed educato come una ragazza_|_si fidanzerà dunque con un partner di sesso maschile_|_se una ragazza vuole essere un figlio_|_sarà vestita ed educata come un maschio_|_Come partner sessuali avrà delle donne_|_Il cambiamento di ruolo di genere avviene anche in molte altre società matriarcali_|_non è stato ancora abbastanza studiato_|_la polarità maschio-femmina non viene abbandonata
a-379-c molte dee della terra messicana finirono per essere identificate con la Vergine Maria_|_È emblematico che la messa non si tenga quasi mai in chiesa ma nelle case delle donne, dove serve ad arricchire le loro feste_|_due cerimonie di battesimo e due di matrimonio, una in chiesa e una in casa
a-380-c L'esempio di Juchitán è comunque straordinario_|_è riuscito a sopravvivere proprio qui_|_in un centro di transito molto frequentato_|_continui scontri tra la popolazione di Juchitán e i poteri coloniali spagnoli_|_e le donne hanno sempre combattuto a fianco degli uomini
a-381-c Grazie alla crescente autoconsapevolezza delle popolazioni indigene del Messico, le donne delle città vicine adottano sempre più spesso le strategie di lotta delle vincenti donne di Juchitán
387 ****** 2-13.0 387 0 CAPITOLO 13 – IL NORDAMERICA: I POPOLI MATRIARCALI CHE MIGRARONO DAL SUD
a-387-c
387 ****** 2-13.1 387 0 Gli HOPI, il popolo della pace
a-387-c Gli HOPI, che vivono nella parte sudoccidentale del continente nordamericano_|_si autodefiniscono il popolo della pace_|_Con parole loro, è meglio morire di fame che morire in guerra_|_campagna di disobbedienza civile non violenta contro il governo degli Stati Uniti_|_possiedono un enorme coraggio morale.
a-391-c "CULTURA DEI CESTAI"
a-392-c i petroglifi e i pittogrammi che decorano le pareti dei canyon_|_Sono del tutto assenti rappresentazioni di guerra o di personaggi altolocati, come re, nobili o esponenti dell'élite religiosa
a-393-c Quando gli ignari preti spagnoli ordinavano a un indigeno di costruire un muro, questi si mostrava perplesso, mentre una folla di donne e bambini lo circondava tra urla e risa_|_gli uomini erano impegnati a tessere, coltivare e cacciare
a-395-c Lo stile della costruzione_|_riflette la famiglia matrilocale_|_fatta di cubi aggiunti e giustapposti, il cui sviluppo spontaneo e irregolare riflette il modello di espansione caratteristico dei clan femminili
a-396-c matrimonio di visita matriarcale_|_osteggiato dai missionari_|_finirono per vivere in una_|_Ciononostante_|_il marito continua a essere trattato da ospite nella casa della moglie, i bambini non portano il nome del padre, divorziare è facile_|_e la base della vita poggia sul clan matriarcale_|_le sorelle allevano insieme i bambini, che si rivolgono a tutte le donne chiamandole con lo stesso nome: "MADRE"
a-398-c Gli uomini HOPI_|_dicono che senza le donne, niente può succedere, e che le donne sono l'unica ragione per cui fanno tutto questo
a-399-c Quando vuole separarsi dal marito mette semplicemente fuori dalla porta le sue cose_|_Le donne però non abusano della loro posizione di potere
a-399-c È alla figlia maggiore che la donna HOPI lascia in eredità la casa e la terra
399 ****** 2-13.2 399 0 Le feste del ciclo della vita e le cerimonie agricole
a-399-c Le cerimonie domestiche più importanti sono quelle dedicate alla nascita, all'iniziazione delle ragazze, al corteggiamento e alla morte. Il caso dell'ormai desueta cerimonia di iniziazione delle ragazze
a-400-c Le donne di solito sono considerate eroticamente più vivaci
a-401-c l'atteggiamento verso il sesso è molto libero senza falsi pudori. I flirt fra i giovani sono considerati naturali
a-402-c La regola di base è che se una donna elargisce i suoi favori a un uomo in cambio deve ricevere un regalo_|_La violenza contro le donne non esiste
a-409-c Le semplici azioni quotidiane sono simboliche e vengono compiute come piccoli rituali. Per esempio, quando un uomo semina dei chicchi di grano è come se con il suo gesto fertilizzasse la madre terra_|_L'intero mondo, con tutte le sue manifestazioni e tutte le sue creature è vissuto come sacro_|_È perciò un eccellente esempio di come le società matriarcali funzionino in quanto società sacre
410 ****** 2-13.3 410 0 Le divinità e la mitologia PUEBLO
a-410-c Le culture PUEBLO rappresentano la punta più settentrionale della migrazione di quelle civiltà matriarcali dell'America centrale che non svilupparono mai regni patriarcali_|_I disastri sono il risultato della decadenza morale che si manifesta alla fine di ogni mondo
a-411-c "KOKYAN-WUHTI", la donna ragno, l'anziana saggia, creatrice e guida dell'umanità
a-413-c Ixchel è l'antenata antica, protettrice dell'umanità, che muove i fili della vita e tesse la rete del destino
a-416-c la domenica dopo essere stati in chiesa, si recano nel "KIVA" per compiere gli antichi rituali
423 ****** 2-14.0 423 0 CAPITOLO 14 - L'AMERICA DEL NORD: CROCEVIA DI CULTURE DEL SUD E DEL NORD
a-423-c
428 ****** 2-14.1 428 0 La storia degli Irochesi
a-428-c A cominciare dall'800 d.C., l'importazione di nuovi tipi di cereali dal Messico garantì un buono standard nutrizionale nell'Ohio centrale e nelle fertili valli del Mississippi_|_Tendenze patriarcali, come conflitti e guerre di aggressione per la terra, iniziarono a manifestarsi
429 ****** 2-14.2 429 0 La nascita della Confederazione Irochese
a-429-c si erano sviluppate in queste società anche delle élite gerarchiche patriarcali
a-430-c rivolta determinando bruscamente la fine del potere clericale_|_fondazione della Confederazione delle Cinque Nazioni, nell'anno 1142_|_fece piazza pulita dei privilegi gerarchici ereditari della dominazione maschile_|_una società basata sul matriarcato e orientata ai beni comuni.
a-431-c un nuovo tipo di agricoltura, la coltivazione estensiva di mais, fagiolo e zucca; tre piante perfettamente complementari che divennero il cibo di sussistenza di queste popolazioni_|_"EMISSARIE DI PACE" per divulgare la via del mais
a-432-c "PACIFICATORE"_|_dar vita cioè a una Costituzione_|_che assegnò alle donne vasti poteri, sanciti da quella stessa costituzione che divenne la base della Lega degli Irochesi
a-432-c confluiti nelle Cinque Nazioni: i Seneca, i Cayuga, gli Onondaga, gli Oneida e i Mohawk
a-433-c L'esempio irochese è particolarmente degno di nota, perché dimostra che il modo di pensare e di agire matriarcale può sconfiggere una forma patriarcale
436 ****** 2-14.3 436 0 La Costituzione e le strutture politiche
a-436-c Fondamentalmente, c'è una parte femminile nel maschile, e una parte maschile nel femminile
a-437-c Gli uomini potevano discutere una questione solo dopo che era già stata presa in esame dalle donne
a-437-c Il Consiglio delle donne_|_è il primo diritto_|_sancito_|_dalla Costituzione. Il secondo è che le donne sono le uniche guardiane della guerra e della pace
a-439-c le faide_|_spesso mascheravano_|_le ambizioni di promozione dei giovani uomini
441 ****** 2-14.4 441 0 La società irochese
a-441-c le sorelle di una nonna erano chiamate nonne, quelle di una madre erano anch'esse madri_|_Il fratello della madre_|_si assumeva la responsabilità di padre sociale
a-445-c Hewitt (League), cit.; Schuhmacher, cit., pp. 86, 101_|_la Costituzione della Lega degli Irochesi servì da modello per la costituzione democratica dei padri fondatori bianchi degli Stati Uniti, anche se purtroppo vennero omessi i diritti delle donne, creando così una democrazia per soli uomini bianchi. La forte posizione ugualitaria delle donne nella società irochese ispirò in seguito le pioniere del femminismo statunitense e diede loro, e alle loro sorelle europee, l'impulso
a-446-c la dimostrazione di come si costruisce un'autentica forma di unione matriarcale internazionale
447 ****** 2-14.5 447 0 L'economia irochese
a-447-c importante diritto della costituzione_|_le donne: sono le uniche custodi della madre terra_|_Erano infatti loro che avevano scoperto la via del mais_|_si estendeva su enormi campi che arrivavano a raggiungere migliaia di acri_|_"LE TRE SORELLE"_|_i sinuosi fusti dei fagioli si arrampicavano sui robusti culmi delle piante di mais, mentre le enormi foglie della zucca ramplicante, crescendo velocemente, tenevano lontane le erbacce infestanti_|_assicuravano l'autosufficienza alimentare a tutta la popolazione
a-449-c Comportarsi amichevolmente e donare
456 ****** 2-14.6 456 0 Le società di medicina e la mitologia irochese
a-456-c Oggi le donne irochesi della tradizione si stanno riappropriando dei loro ruoli_|_rinate società di medicina
a-460-c l'improvviso fiorire del commercio delle pellicce_|_l'intensificarsi delle continue guerre che seguirono finì per compromettere l'equilibrio sociale matriarcale_|_le gerarchie militari surclassarono le strutture tradizionali
a-461-c si sono nuovamente riunite in gruppi di lavoro cooperativo_|_La continua rinascita delle società di medicina_|_ha consegnato al popolo una nuova dignità
467 ****** 2-15.0 467 0 CAPITOLO 15 - MATRIARCATO DELL'INDIA DEL SUD
a-467-c
468 ****** 2-15.1 468 0 Il matriarcato all'interno del sistema di casta
a-468-c Fiorì per ben oltre un millennio, fino a quando l'India nordoccidentale non fu conquistata dai patriarcali Ariani indoeuropei_|_il gerarchico sistema di casta dettato dalla religione risale a loro_|_ciò che rimane oggi in India_|_pochi gruppi sparsi di indigeni_|_sotto il nome di "DRAVIDICO"_|_Intorno al 2000 a.C. giunsero dal nord gli Ariani indoeuropei che si autodefinivano i "NOBILI". Nel 1750 a.C._|_avevano già distrutto tutti i centri urbani lungo l'Indo
a-469-c svilupparono una loro religione patriarcale, il bramanesimo vedico_|_tutti gli altri popoli e le altre religioni furono assoggettati al sistema gerarchico delle caste_|_con il nome di "INDUISMO". A differenza del bramanesimo, l'induismo non è una religione chiaramente definita, quanto piuttosto l'insieme dei diversi modi di vivere delle varie popolazioni autoctone dell'India
a-470-c Dopo la distruzione della cultura dell'Indo, molti popoli di tradizione matriarcale fuggirono_|_raggiunsero l'India meridionale_|_si rifugiarono anche sulle montagne dell'Himalaya
473 ****** 2-15.2 473 0 Le donne e gli uomini NAYAR
a-473-c sfolgorante bellezza e dalla libertà sessuale delle donne NAYAR_|_L'aspetto più singolare della cultura NAYAR sembra essere stata la coesistenza tra il libero stile di vita matriarcale e il rigidissimo induismo patriarcale professato dai bramini
a-475-c guerrieri NAYAR_|_uomini indipendenti_|_le donne_|_vivevano secondo le consuetudini matrilineari e matrilocali_|_indipendenti_|_le bambine e bambini entravano nelle scuole ginniche pubbliche dove ricevevano un addestramento fisico, in particolare nella lotta libera, ma imparavano anche a leggere e scrivere
479 ****** 2-15.3 479 0 I NAYAR i Pulayan e Parayan
a-479-c si stanziarono sulla costa di Malabar_|_fondarono tutte le loro città reali_|_i Pulayan e i Parayan_|_non poterono sottrarsi ai conquistatori
a-480-c soggiogarli e a trasformarli in schiavi_|_una struttura ambigua_|_matriarcato bellicoso, sovrapposto a un antico matriarcato agricolo_|_I Pulayan sono fisicamente piccoli di statura, piuttosto scuri di pelle e vantano una lontana parentela con i Vedda, il primo popolo matrilineare dell'India_|_l'eredità in linea femminile divenne irrilevante, poiché vivendo come schiavi_|_divennero pariah (da parayan), i poveri intoccabili_|_Erano considerati così "SPORCHI"
a-483-c le popolazioni matriarcali agricolo-megalitiche del delta del Gange si ritirarono sulle montagne (alture del Khasi, Himalaya). Ma sulla costa di Malabar, che non offriva vie di fuga, queste forme matriarcali di organizzazione sociale si sovrapposero in modo gerarchico, cosa che nei matriarcati normalmente non succede.
486 ****** 2-15.4 486 0 L'organizzazione sociale dei NAYAR
a-486-c Spesso le giovani_|_a fare il bagno, mostrandosi in pubblico_|_figlia in età da marito aveva la propria camera e poteva ricevere chi voleva
a-487-c le figlie erano impegnate tra amori e gravidanze, la madre si accollava l'educazione dei nipoti
a-487-c Le sorelle guardavano spesso al fratello come al loro eroe e lo adoravano
488 ****** 2-15.5 488 0 I festival e la religione NAYAR
a-488-c i festival tradizionali del clan NAYAR gravitavano intorno alle donne
a-489-c è la fertilità e non la verginità, la qualità più preziosa nelle culture matriarcali
a-490-c l'unione era considerata un semplice contratto che poteva essere sciolto secondo la volontà delle parti
a-491-c una donna NAYAR aveva dai tre ai dodici mariti, non consecutivi, ma contemporaneamente_|_potevano essere un gruppo di fratelli, come in Tibet, ma anche non essere imparentati tra loro_|_non scegliere uomini di una casta più bassa_|_Anche gli uomini avevano diverse mogli contemporaneamente_|_oltre ai regolari mariti, le donne potevano avere degli amanti occasionali
a-491-c la polarità donna uomo non era rappresentata dalla moglie e dal marito, ma dalla sorella e dal fratello
a-492-c un boschetto circolare per i serpenti_|_erbe medicinali_|_un altare
495 ****** 2-15.6 495 0 Il patriarcato dei bramini e il matriarcato dei NAYAR: una relazione complessa
a-495-c nel bramanesimo sono considerate impure_|_le mestruazioni, la gravidanza, la nascita, ed eventi come la morte e il processo del morire_|_gli uomini bramini sono, fra tutti gli esseri, i più puri_|_custodiscono i Veda_|_incarnano la religione e gli stili di vita patriarcali degli Ariani_|_La vita della moglie di un bramino era tradizionalmente caratterizzata dal matrimonio infantile_|_schiavitù domestica_|_divieto di risposarsi_|_le vedove non solo erano disprezzate, ma anche bruciate vive
a-496-c molto spesso è un adulto, perfino di 50 o 60 anni, che vuole una moglie-bambina_|_riverire il marito come un dio. Il matrimonio si celebra molto presto, di solito quando la bambina compie i 10 anni, ma spesso anche prima_|_nonostante il governo indiano abbia abolito il matrimonio infantile, alzando l'età minima a 12 e poi a 16 anni, queste leggi hanno sortito poco effetto_|_omicidi per dote, in cui le giovani mogli dei clan che non possono, o non vogliono, onorare il pagamento, vengono uccise
a-497-c le figlie si possono sposare solo con persone di casta più alta_|_La condizione degradante delle donne aumenta perché lei sarà sempre la persona più in basso nel clan dello sposo, e passerà l'intera vita a essere quotidianamente umiliata dai parenti del marito
a-497-c Monogamia assoluta vuol dire che la donna ha diritto di esistere solo in virtù dell'avere un marito_|_Si cosparge la bocca con l'acqua sporca per dimostrargli quanto sia inferiore a lui_|_lei finisce i suoi avanzi più tardi
a-498-c Partorisce in una stanza a parte e spesso in solitudine, aiutata solo da una dhai, una levatrice senza esperienza, che proviene dalla casta più bassa_|_rogo delle vedove_|_quando il marito muore prima della moglie_|_venga anche considerata colpevole della sua morte_|_La sua colpa consisterebbe in un cattivo "KARMA" (destino) ereditato in una vita precedente_|_non importa se la moglie è una donna matura o una ragazza a cui è morto l'anziano marito_|_bruciata viva insieme al corpo del coniuge. Gli stessi figli prendevano parte attiva_|_altrimenti avrebbero potuto vedere minacciati i loro privilegi di casta
a-500-c un esempio di patriarcato estremo
506 ****** 2-15.7 506 0 Il crollo delle strutture matriarcali NAYAR
a-506-c Nel 1912 la poliandria, che per due secoli era stata criticata dai leader religiosi indù, mussulmani e cristiani divenne per legge un reato punibile
a-506-c Nel 1956, un'altra legge abolì il diritto di eredità in linea femminile, stabilendo che si poteva ereditare solo in linea maschile
a-507-c Krishna Iyer, un'antropologa indiana_|_nessuno può ignorare il fatto che l'ordine matrilineare crei un particolare background che struttura la personalità dell'individuo, favorendone la creatività e l'originalità_|_Questi aspetti, uniti alle potenzialità dell'ordine matrilineare, sono un mezzo per educare alla democrazia
507 ****** 2-15.8 507 0 I fuoricasta: gli ADIVASI e i Rom-Sinti
a-507-c ADIVASI, o "POPOLI ORIGINARI"_|_sono 87 milioni (da una stima del 2008)_|_poco meno di un quarto di tutte le culture indigene della terra
a-508-c il furto indiscriminato delle terre degli ADIVASI: in nome del progresso industriale
a-509-c Maestosi progetti di dighe, complessi industriali e miniere stanno distruggendo le foreste_|_le donne, stanno opponendo una strenua resistenza, come si può vedere dal movimento chipko e dalla massiccia resistenza contro la diga sul Narmanda
a-510-c in tutta l'India del Sud vi era una prevalenza di modelli matriarcali
a-511-c "ZINGARI". Chiamavano loro stessi Sinti e Rom. La loro migrazione dall'India non iniziò con l'arrivo degli Ariani, ma avvenne più tardi, con le invasioni degli Unni, nel V e nel VI secolo_|_si occupavano di commercio e trasporti_|_si guadagnavano da vivere come artisti girovaghi: cantanti, danzatori, musicisti e acrobati di strada_|_disprezzati non tanto per le loro attività, quanto per i loro costumi_|_in netto contrasto con la purezza ossessiva degli induisti_|_fanno le prostitute o le cortigiane
515 ****** 2-16.0 515 0 CAPITOLO 16 - L'ANTICO MATRIARCATO DELL'AFRICA CENTRALE
a-515-c
521 ****** 2-16.2 521 0 Le indomabili donne BEMBA
a-521-c "INDOMABILI"_|_"QUESTE DONNE BEMBA, BUON DIO SONO LA NATURA SELVAGGIA IN PERSONA!"_|_miglio, mais, sorgo, fagioli, piselli e zucche_|_La zappa è usata esclusivamente dalle donne e compare ben in vista anche nelle loro danze come oggetto di culto_|_La mitologia racconta che furono le donne a inventare l'agricoltura
a-522-c totalmente indipendenti dagli uomini
a-523-c importanza, dopo la relazione tra madre e figlie, è quello tra la donna e il proprio fratello, che ricopre il ruolo di tutore dei suoi figli una volta che sono cresciuti, mentre quello del marito è di essere il compagno dei bambini solo durante l'infanzia_|_Le figlie non abbandonano il villaggio della madre
a-524-c i legami tra sorelle sono così forti e così profondamente intrecciati ai loro compiti_|_matrimonio tra cugini incrociati di clan appaiati
a-525-c I matrimoni inoltre si sciolgono con facilità
526 ****** 2-16.3 526 0 La religione dei BEMBA
a-526-c Si pensa che ogni bambino sia la reincarnazione di un'antenata o di un antenato, una credenza che testimonia la presenza dell'antica fede matriarcale nella rinascita_|_godono di una sessualità libera, considerata parte integrante di una vita sana e felice
a-528-c La deflorazione è considerata pericolosa per il giovane sposo, perciò non sarà lui a compierla_|_Le ragazze vengono istruite dalle anziane_|_si svolgono in segreto_|_nessuna etnologa o etnologo vi ha mai potuto assistere_|_la mutilazione dei genitali delle ragazze, espressione estrema del culto della verginità, così diffusa nel l'Africa patriarcale, non è praticata nelle culture africane matriarcali
a-529-c il serpente simboleggia il potere sessuale.
a-533-c Nessun capo si comporta da "GRANDE BOSS"_|_democrazia rurale di clan_|_(che cominciò intorno al 1000 d.C.)
a-534-c Oggi i maggiori fattori distruttivi_|_sono le missioni cristiane_|_e le miniere di rame
536 ****** 2-16.4 536 0 La doppia organizzazione sociale dei LUAPULA
a-536-c L'ordine sociale dei LUAPULA è una variante di quello dei BEMBA il che dimostra che i modelli dell'organizzazione sociale matriarcale non sono rigidi_|_Gli uomini LUAPULA hanno una loro propria economia_|_come pescatori_|_uomini e donne producono separatamente_|_Gli uomini organizzano esclusivamente gli aspetti della vita maschile e le donne quelli della vita femminile_|_questa doppia organizzazione è tipica di molte società matriarcali
a-537-c gli antropologi (maschi) hanno focalizzato le loro ricerche sulla sfera maschile ignorando quella femminile
a-539-csono terrorizzate dal monopolio sessuale che potrebbe derivare dal trovare il marito troppo attraente e rimanere, di conseguenza, troppo a lungo con lui_|_salute, pace e cultura sono considerate il risultato di rapporti sessuali soddisfacenti_|_forma di matrimonio dominante tra i LUAPULA è la poliginia-poliandria
a-540-c donne adottano la poliginia per rafforzare la loro autonomia. Non è raro che un gruppo di sorelle decida di condividere un uomo per evitare il peso di dover provvedere a più mariti
a-541-c Con l'arrivo dei governi coloniali europei e dei loro missionari protestanti l'equilibrio dell'ordine sociale dei LUAPULA subì un crollo rovinoso_|_predicavano il vangelo della proprietà privata_|_Nell'ideologia protestante, la ricchezza è considerata la prova che si è stati prescelti da Dio
a-542-c Reclamano il diritto a una distribuzione matrilineare dei beni
542 ****** 2-16.5 542 0 I popoli di allevatori natriarcalie patriarca
a-542-c Le donne vivono patrilocalmente, come forestiere, presso i parenti del marito_|_il "PREZZO DELLA SPOSA", in bestiame_|_in moneta
a-543-c il prezzo della sposa_|_serve a pagare l'acquisizione dei suoi figli_|_Una donna può sciogliere il matrimonio e tornare dai suoi genitori, ma deve farlo senza i figli_|_la sua famiglia deve restituire il prezzo della sposa_|_Per gli uomini, quindi, la poliginia è l'ideale. Qui possiamo vedere il fondamento della poliginia patriarcale_|_Più tardi, è stato adottato dall'Islam
a-544-c La poliginia praticata dai ricchi fa sì che le donne finiscano per diventare un bene che scarseggia, così vengono promesse_|_fin da bambine_|_All'età di 10 anni devono trasferirsi nella casa del marito_|_L'ampսtazione dei genitali, quindi della sensibilità sessuale della donna, che è la finalità dell'operazione, viene praticata alle bambine
a-545-c Il dolore, che dura a lungo, e le pericolose infezioni che si formano, aumentano durante i rapporti sessuali e il parto_|_moglie "PURA" che non ha nessun interesse nel sesso e che perciò gli sarà fedele
551 ****** 2-17.0 551 0 CAPITOLO 17 I REGNI MATRIARCALI DELLE REGINE DELL'AFRICA OCCIDENTALE
a-551-c il re governa il mondo degli uomini, mentre la regina_|_governa quello delle donne_|_come "REGINA MADRE" è infatti la madre della linea reale e del futuro re regnante_|_La storia dell'Africa è piena di leader femminili regali, profondamente venerate nella religione degli antenati
557 ****** 2-17.1 557 0 La storia degli AKAN
a-557-c una società basata sulla parentela_|_i due principi organizzativi sono cioè la matrilinea e la sfera spirituale-religiosa
557 ****** 2-17.2 557 0 La regina madre e la prima forma dei regni AKAN
a-557-c la donna più anziana del clan è considerata all'origine della vita del gruppo e ne è il centro
a-558-c Quando trovava una terra_|_ma già occupata da altri, la regina madre tesseva relazioni_|_in intermatrimoni mutuali
a-560-c si incontravano nel matrimonio di visita
563 ****** 2-17.3 563 0 I re matriarcali AKAN
a-563-c persino i clan ordinari mantenevano la propria autonomia e autorevolezza di fronte al clan reale_|_La regina madre era prima tra gli eguali
a-566-c Le molteplici relazioni delle donne reali giocavano un ruolo importante anche nella politica estera, favorendo la creazione di Confederazioni
a-567-c il numero delle mogli del re era alto e, idealmente, corrispondeva alla cifra di 3333 (mero numero sacro e simbolico)_|_Essere una delle spose del re era un grande onore_|_la loro condizione era ben lungi dall'essere senza diritti, perchè avevano alle spalle il potere dell'intero clan
575 ****** 2-17.4 575 0 La religione AKAN e la funzione sacra della regina madre e del re
a-575-c una delle sue mogli andava a fargli visita. La scelta della persona e del giorno era a discrezione della regina madre stessa; lui non poteva né avanzare richieste né tantomeno rifiutare le sue scelte_|_La morte di un re o di una regina madre era considerata una sciagura nazionale
a-576-c Molti cortigiani li seguivano volontariamente nella tomba_|_il sacrificio umano venne messo fuorilegge dal potere coloniale inglese nel 1901, l'usanza continuò di nascosto almeno fino al 1946
577 ****** 2-17.5 577 0 Lo sviluppo delle tendenze patriarcali nei regni AKAN
a-577-c Takyi Akwamo (1431-1463) che incoraggiò anche le idee islamiche e rafforzò oltre modo il culto sudanese NTORO
a-577-c aggiunse la discriminazione contro le donne mestruate
a-578-c queste innovazioni patriarcali divisero il regno matriarcale_|_molti clan si opposero al culto NTORO_|_Il popolo WENKYI_|_ancora oggi non praticano il culto NTORO_|_Ancora oggi la gente ricorda come sotto il regime di Takyi Akwamo, i mariti venissero spesso avvelenati dalle loro mogli
a-579-c Dopo i cambiamenti patriarcali_|_la posizione delle donne rimase forte_|_la matrilocalità sia rimasta in uso_|_l'abilità che dimostrarono nel mantenere l'indipendenza economica_|_Lavoravano ancora nei campi e possedevano tutto ciò che veniva prodotto e, in più, controllavano i mercati locali
a-580-c non erano più i capi maschi dei clan matrilineari, ma i generali delle compagnie dell'esercito patrilineare
595 ****** 2-18.0 595 0 CAPITOLO 18 - LE POPOLAZIONI PASTORIZIE MATRIARCAL DELLAFRICA DEL NORD
a-595-c
597 ****** 2-18.1 597 0 La targhia: la signora della tenda
a-597-c che meglio rappresentano la loro cultura tradizionale, poiché sono riusciti a preservare l'ordine sociale matriarcale
a-599-c Le donne elargiscono i loro favori con generosità_|_se gli uomini hanno rispettato le regole dell'arte del corteggiamento_|_Litigare in presenza delle donne è considerato maleducazione_|_bruciano dal desiderio di senire suonare l'imzad dalle ragazze e_|_le loro mogli
602 ****** 2-18.2 602 0 Il potere sociale ed economico presso i Tuareg
a-602-c la tenuta della matrilinearità fino a tempi abbastanzare recenti_|_vivono in modo monogamico_|_può sciogliere il legame di matrimonio in qualsiasi momento
a-603-c il matrimonio formale arriva tardi nella vita_|_sia le ragazze che i ragazzi godono di grande libertà sessuale_|_È considerato di cattivo gusto concedersi solo a una persona_|_la miglior unione_|_è il matrimonio incrociato_|_tra cugini di primo grado (paralleli)
a-605-c La donna tuareg riceve un dono di nozze di cui solo lei può disporre. Non verrà mai reso, neppure in caso di divorzio_|_Le capre sono alla base dell'economia_|_Della capra si usa tutto
a-606-c l'intero accampamento, compreso il gregge e i cammelli, appartiene alle donne_|_Ogni giorno fornisce il cibo ai componenti della famiglia: è lei la sostentatrice
a-609-c non è tanto l'accumulazione dei beni quanto la loro circolazione come doni_|_Gli uomini sono, in questo senso, gli agenti di commercio delle donne_|_Per gli uomini non è un problema accettare_|_questo potere per il bene di tutti
a-610-c Le donne tuareg hanno inoltre un forte senso di solidarietà tra loro_|_Si tengono sempre fuori, anzi al di sopra, delle faide tribali_|_Nelle tende le donne sconfiggono il caldo torrido, il freddo e le tempeste di sabbia; nelle tende proteggono i bambini, che sono il futuro del loro popolo_|_"SENZA LE DONNE NON C'è PROSPERITà, E SENZA GLI UOMINI NON CI SONO DONNE PROSPEROSE"
613 ****** 2-18.3 613 0 L'organizzazione politica dei Tuareg
a-613-c Queste regine guerriere misero in atto una resistenza implacabile contro l'invasione araba del territorio berbero_|_Ancora nel 1917 troviamo una donna politicamente potente, la poeta Dassine oult Ihemma
614 ****** 2-18.4 614 0 La storia: l'esodo nel deserto
a-614-c I Libici_|_impegnati per millenni in battaglie contro i faraoni patriarcali_|_avevano usurpato i loro territori nel delta del Nilo e nell'oasi di Fayum, spingendoli nel deserto libico
622 ****** 2-18.5 622 0 L’antica religione berbera
a-622-c nel 701 fu eliminata la resistenza berbera e prese il via l'islamizzazione dei Berberi dell'Atlas. Questi, a loro volta, misero in atto una resistenza passiva che durò secoli e che li protesse efficacemente dal mondo esterno, facendo guadagnare loro la reputazione di "INGOVERNABILI"_|_furono però islamizzati e patriarcalizzati_|_cancellazione della trasmissione dei beni in linea femminile, divennero uffciali nel 1748_|_Oggi i Berberi dell'Atlas sono dei rigorosi mussulmani sciti_|_Dietro queste pareti, il mondo delle donne appare diverso: all'interno delle case godono di un grande rispetto da parte dei loro uomini
a-623-c In Africa succede spesso che gli uomini diventino formalmente mussulmani, mentre le donne rimangono pagane e continuano a praticare le loro antiche religioni
a-630-c Il rituale avviene di notte, formando un circolo di donne intorno alla persona posseduta, che siede al centro e danza, muovendo solo testa e la parte alta del tronco. Le guaritrici sono le donne del coro; suonano il tamburo e cantano, cercando di entrare in contatto con l'anima della paziente
703 ****** 7----- 703 0 INDICE
a-703-c
  1 0-00.0   TITOLO
  5 0-00.1   RINGRAZIAMENTI
  7 0-00.2   UNA PAROLA SUL MATRIARCATO
  9 0-00.3   INTRODUZIONE GENERALE: FILOSOFIA E METODOLOGIA DEGLI STUDI MATRIARCALI MODERNI
 39 0-01.0   CAPITOLO 1 - STORIA CRITICA DEL PENSIERO SUL MATRIARCATO
 41 0-01.1   I pionieri
 46 0-01.2   Il dibattito marxista
 52 0-01.3   Gli studi etno-antropologici
 58 0-01.4   La preistoria
 63 0-01.5   Gli strudi religiosi
 69 0-01.6   Lo studio delle tradizioni orali
 75 0-01.7   Gli studi archeologici 
 85 0-01.8   Gli studi matriarcali indigeni e femministi
 90 0-01.8.1 La politica degli Studi Matriarcali moderni oggi 
 95 1-----   PARTE I LE SOCIETA MATRIARCALI INDIGENE DELL'ASLA ORIENTALE, DELL'INDONESIA  E DELL'OCEANIA 
 97 1-02.0   CAPITOLO 2 IL MATRIARCATO DELL'INDIA NORDORIENTALE 
 97 1-02.1   I Khasi: il paese e il popolo 
100 1-02.2   La struttura sociale
106 1-02.3   I modelli politici 
110 1-02.4   Credenze e Cerimonie Sacre 
120 1-02.5   La situazione attuale 
123 1-02.6   Per Comprendere la struttura delle società matriarcali 
127 1-03.0   CAPITOLO 3 – I CULTI MATRIARCALI DEL NEPAL 
127 1-03.1   I Newar della valle di Katmandu
130 1-03.2   Il culto della dea Kali 
135 1-03.3   Pashupatinath: il culto della morte e della vita 
142 1-03.4   Kumari, la dea vivente 
148 1-03.5   Per comprendere la struttura delle società matriarcali
151 1-04.0   CAPITOLO 4 - GLI ANTICHI REGNI DI REGINE E IL MATRIMONIO GRUPPO DI IN TIBET
151 1-04.1   Culture agricole e Pastorizie 
154 1-04.2   La religione bon 
160 1-04.3   I regni delle antiche regine tibetane 
162 1-04.4   La poliandria: un matrimonio di gruppo ben organizzato , 
172 1-04.5   Per Comprendere la struttura delle società matriarcali (Continua) 
175 1-05.0   CAPITOLO 5 – I POPOLI MATRIARCALI DELLE MONTAGNE DELLA CINA 
175 1-05.1   Le popolazioni indigene della Cina 
178 1-05.2   I Moso della Cina sudoccidentale 
189 1-05.3   I Chiang della Cina nordoccidentale 
193 1-05.4   Gli Yao, i Miao e gli altri popoli indigeni 
198 1-05.5   I popoli di cultura yue della Cina sudorientale , 
205 1-05.6   Per comprendere la struttura delle società matriarcal (continua) 
209 1-06.0   CAPITOLO 6 – LE SCLAMANE DELLA COREA 
209 1-06.1   Le culture megalitiche dell'Asia orientale e delle coste del Pacifico 
211 1-06.2   Le donne nella storia della Corea 
216 1-06.3   Le sciamane di oggi 
222 1-06.4   Per comprendere la struttura delle Società matriarcali (continua) 
225 1-07.0   CAPITOLO 7 – LE ISOLE DEL GIAPPONE: LE CULTURE DELLE DONNE DEL SUD E DEL NORD 
225 1-07.1   La religione Scintoista del Giappone 
228 1-07.2   La sorella e il fratello nelle isole Ryukyu 
233 1-07.3   La mitologia matriarcale 
238 1-07.4   Gli AINU del Giappone del Nord 
244 1-07.5   La visione paleolitica del mondo
248 1-07.6   Per comprendere la strutture delle società matriarcali (continua) 
251 1-08.0   CAPITOLO 8 — "ALAM MINANGKABAU": IL MONDO DEI MINANGKABAU DELL'INDONESIA 
251 1-08.1   I modelli culturali matriarcali dell'Indonesia 
253 1-08.2   L'ordine sociale e la cultura MINANGKABAU 
261 1-08.3   Il darek e il rantau: due modi per tener lontano il patriarcato 
266 1-08.4   Per comprendere la struttura delle società matriarcali (continua) 
269 1-09.0   CAPITOLO 9 - I MODELLI MATRIARCALI DELLA MELANESIA 
269 1-09.1   Gli abitanti delle Trobriand. 
274 1-09.2   I bambini-antenati della Società delle isole Trobriand 
278 1-09.3   L'anello del kula e la funzione del capo tribù nelle isole Trobrand 
282 1-09.4   Per comprendere la struttura delle Società matriarcal(continua) 
285 1-10.0   CAPITOLO 10 – LE CULTURE DELL'OCEANO PACIFICO 
285 1-10.1   Una storia di navi, di stelle e di pietre 
292 1-10.2   Le donne nella società polinesiana 
294 1-10.3   Il clan di Pele 
299 1-10.4   I capi guerrieri dell'Oceania 
307 1-10.5   Per comprendere la struttura delle società matriarcali (continua) 
309 2-----   PARTE II - LE SOCIETÀ MATRIARCALI INDIGENE DELLE AMERICHE, DELL'INDIA E DELL'AFRICA 
311 2-11.0   CAPITOLO 11 - LE CULTURE MATRIARCALI DEL SUDAMERICA 
311 2-11.1   Gli ARUACHI 
328 2-11.2   Le Amazzoni del Rio delle Amazzoni 
338 2-11.3   Le rotte marittime per il Sud America 
347 2-11.4   Per comprendere la struttura delle società matriarca (continua)
349 2-12.0   CAPITOLO 12 LA DIFFUSIONE DEL MATRIARCATO IN AMERICA
349 2-12.1   I CUNA, il popolo dorato
358 2-12.2   Le credenze e la cerimonia religiosa dei CUNA 
366 2-12.3   Le meravigliose e potenti donne di Juchitán 
375 2-12.4   Il ciclo di vita delle donne juchiteche
383 2-12.5   Per comprendere la struttura delle società matriarcali (continua)
387 2-13.0   CAPITOLO 13 – IL NORDAMERICA: I POPOLI MATRIARCALI CHE MIGRARONO DAL SUD 
387 2-13.1   Gli HOPI, il popolo della pace 
399 2-13.2   Le feste del ciclo della vita e le cerimonie agricole 
410 2-13.3   Le divinità e la mitologia PUEBLO 
420 2-13.4   Per comprendere la struttura delle società matriarca (continua)
423 2-14.0   CAPITOLO 14 - L'AMERICA DEL NORD: CROCEVIA DI CULTURE DEL SUD E DEL NORD 
423 2-14.1   La storia degli Irochesi
429 2-14.2   La nascita della Confederazione Irochese
436 2-14.3   La Costituzione e le strutture politiche 
441 2-14.4   La società irochese
447 2-14.5   L'economia irochese
450 2-14.6   Le società di medicina e la mitologia irochese
462 2-14.7   Per comprendere la struttura delle Società matriarcali (continua) 
467 2-15.0   CAPITOLO 15 - MATRIARCATO DELL'INDIA DEL SUD 
467 2-15.1   Il matriarcato all'interno del sistema di casta 
472 2-15.2   Le donne e gli uomini NAYAR 
479 2-15.3   I NAYAR i Pulayan e Parayan 
483 2-15.4   L'organizzazione sociale dei NAYAR 
488 2-15.5   I festival e la religione NAYAR 
495 2-15.6   Il patriarcato dei bramini e il matriarcato dei NAYAR: una relazione complessa 
504 2-15.7   Il crollo delle strutture matriarcali NAYAR
507 2-15.8   I fuoricasta: gli ADIVASI e i Rom-Sinti
513 2-15.9   Per comprendere la struttura delle Società matriarcali (continua)
515 2-16.0   CAPITOLO 16 - L'ANTICO MATRIARCATO DELL'AFRICA CENTRALE 
515 2-16.1   I Bantu 
520 2-16.2   Le indomabili donne BEMBA
526 2-16.3   La religione dei BEMBA 
535 2-16.4   La doppia organizzazione sociale dei LUAPULA 
542 2-16.5   I popoli di allevatori natriarcalie patriarca 
548 2-16.6   Per comprendere la struttura delle società matriarcali (continua)
551 2-17.0   CAPITOLO 17 I REGNI MATRIARCALI DELLE REGINE DELL'AFRICA OCCIDENTALE 
552 2-17.1   La storia degli AKAN
557 2-17.2   La regina madre e la prima forma dei regni AKAN
563 2-17.3   I re matriarcali AKAN
569 2-17.4   La religione AKAN e la funzione sacra della regina madre e del re
576 2-17.5   Lo sviluppo delle tendenze patriarcali nei regni AKAN
581 2-17.6   Gli Ashanti
585 2-17.7   L'estensione dei regni delle regine matriarcali nell'Africa subsahariana 
593 2-17.8   Per comprendere la struttura delle società matriarcali (continua)
595 2-18.0   CAPITOLO 18 - LE POPOLAZIONI PASTORIZIE MATRIARCAL DELLAFRICA DEL NORD
595 2-18.1   La targhia: la signora della tenda 
602 2-18.2   Il potere sociale ed economico presso i Tuareg
610 2-18.3   L'organizzazione politica dei Tuareg
613 2-18.4   La storia: l'esodo nel deserto
621 2-18.5   L’antica religione berbera
632 2-18.6   Per comprendere la struttura delle società matriarcal (continua)
637 3-----   GLOSSARIO
657 4-----   ELENCO DELLE AUTORIZZAZIONI PER L'USO DELLE IMMAGINI
659 5-----   BIBLIOGRAFIA
701 6-----   NOTA BIOGRAFICA
703 7-----   INDICE